Google ti ignora? Non perdere altri soldi. Non c’è cosa peggiore dell’aver fatto un sito e notare che non esiste tanto meno nel 2016 e nel 2017. Già, perché farsi fare un sito serve, ma posizionarlo e renderlo vivo è un’altra cosa. Il sito internet, per un’azienda, un albergo, un ristorante o anche un semplice professionista, è indispensabile al fine di raggiungere nuovi clienti e impostare delle strategie di marketing. Avere un sito web non basta. E’ necessario che esso sia visibile dai principali motori di ricerca, in particolare è fondamentale la visibilità su Google. Per questo motivo il posizionamento naturale sul web è imprescindibile, ed è anche quello che porta maggiori risultati. Cioè un sicuro ritorno di investimento.

Cosa è il posizionamento naturale?

Il posizionamento naturale su Google è il più efficace metodo per ottenere visibilità duratura sul web, legata ai contenuti e ai prodotti proposti. Si ottiene mediante delle tecniche di ottimizzazione del sito, che non implicano l’acquisto di link o pubblicità da altri siti. In buona sostanza il posizionamento naturale si ottiene con l’opera di ottimizzazione del SEO specialist. Nessuna stregoneria, solo pratiche naturali, derivanti dall’esperienza, dall’analisi e dallo studio. Nel 2015 questo discorso vale ancora di più, dopo tutti gli aggiornamenti basati sulla qualità e i dati che illustrano che 9 utenti su 10 cliccano sui risultati organici e non in quelli sponsorizzati di AdWords.

Perché conviene essere visibili su Google

visibilità su googleIl posizionamento naturale conviene perché a differenza del posizionamento a pagamento e di tutte le opportunità di veicolare traffico attraverso programmi pubblicitari, esso costa meno a ha maggiori possibilità di generare il RITORNO DI INVESTIMENTO. In termini pratici: se posizionare nella prima pagina di Google un sito di un albergo costa 1500 euro, il ritorno è lampante: basterà vendere 30 prenotazioni per recuperare il costo iniziale. Cosa che con la prima pagina di Google è perfettamente normale. Oggi come oggi conta una sola parola nel web marketing: il target. L’obiettivo.

Chiedi ora un preventivo senza impegno

Un SEO specialist serio e preparato fa risparmiare tempo e soldi al cliente col posizionamento naturale, senza offrire scorciatoie a pagamento, per un semplice motivo: i suoi interventi, i suoi consigli mirano a soddisfare le esigenze dell’utente potenziale. Se possedete un HOTEL – settore ad alta concorrenza – il SEO specialist vi illustrerà il percorso migliore per ottenere visibilità su un numero di parole chiavi, non disperdendo le potenzialità del sito. I risultati si ottengono col tempo, ma iniziando a migliorare le posizioni fin da subito.

Attenzione a chi vi offre la luna per nulla

Il Posizionamento Naturale è un lavoro serio, che richiede tempo, applicazione, prove, test mirati sul tempo, analisi dei dati di traffico e del comportamento degli utenti, nonché una generale supervisione del sito e della sua capacità di generare conversioni, cioè di trasformare le visite in una vendita. Pertanto DIFFIDATE da chiunque vi offra un servizio di posizionamento a bassissimo costo, promettendo l’inserimento in 10.000 MOTORI DI RICERCA o DIRECTORY. Dopo un mese di eccitazione vi renderete conto di aver sprecato 150 euro per delle operazioni gestite da un software che ha diffuso il vostro sito nei posti sbagliati. Meglio spendere qualcosa di più e aver un ritorno certo nell’arco temporale adeguato.

Come aumentare la visibilità su Google? Quanto costa?

Come faccio ad essere visibile col mio sito su Google? La risposta è semplice. Se sei interessato a migliorare la visibilità del tuo sito sui motori di ricerca, compila tranquillamente il modulo di contatti sottostante. Riceverai nel giro di 24 ore un report sullo stato del tuo sito, con il preventivo di base. L’analisi del mercato, la scelta delle parole chiave influenzerà il costo totale in quanto solo con queste si può obiettivamente sapere quanto lavoro possa servire per portare in alto su Google il tuo sito. Non ci sono spese aggiuntive. Il lavoro è online e per tenersi in contatto, oltre a Skype e al telefono, ci sono le mail.

Migliorare posizione su Google: i primi posti

Come salire di posizione su Google? Come essere in prima pagina su Google? Ricevo spesso domande di questo tipo. Non esistono trucchi, ma tecniche di posizionamento che aiutano a raggiungere i primi posti, compresa la visibilità su Google Maps, assai rilevante per tutte le attività locali, grazie al servizio gratuito offerto da Google My Business.

In definitiva per migliorare il posizionamento del sito su Google occorre mettere il sito nelle condizioni di rispondere alle esigenze di qualità richieste dal motore di ricerca per qualsiasi informazioni richiesta (detta “query”). Google basa l’indicizzazione sulla qualità dei contenuti e l’attendibilità delle risposte fornite.

Pertanto il miglior modo per ottimizzare una pagina web è identificare quali sono le parole chiavi cercate dalle persone in relazione al nostro contenuto, e migliorarlo tendendo conto della ragion d’essere della query. Cioè facendo in modo che i contenuti del nostro sito siano in grado di fornire risposte attendibili, utili, condivisibili su tutto lo spettro di informazioni a cui l’utente potrebbe essere interessato.

Un contenuto ricco di informazioni, autorevole, spendibile come consiglio o suggerimento, è in genera una pagina web che sa rispondere a domande aggiuntive. Se cerco – per esempio – informazioni su un hotel a Roma, potrei essere interessato ad averlo in centro. Allora io cerco “hotel a Roma centro” con il chiaro intento di escludere da questa ricerca tutti gli hotel che non sono in quella specifica area geografica. Pertanto Google premierà solo quei siti che effettivamente operano questa ricerca raffinata, in particolare le pagine di ricerca raffinata di un portale turistico. Oppure, molto più semplicemente, nell’ambito del posizionamento su Google Maps, mostra tutti quegli alberghi che geograficamente stanno in centro.

Quindi, in definitiva, per salire di posizione su Google ed essere nei primi posti quando si effettua una ricerca, occorre dotare il sito di contenuti che effettivamente corrispondono a ciò che cerca l’utente.

Come faccio salire il tuo sito nei primi posti di Google

Si dice che l’unica cosa che conta è la prima pagina del motore di ricerca. Però essere in prima pagina di Google con una keyword, puntando unicamente su essa non porta lontano. Il motivo è semplice: Google premia quei siti autorevoli in grado di posizionarsi su più parole chiavi. Anzi, è un sintomo di qualità: maggiore è la capacità della pagina web di essere visibile per più keyword, migliore è la possibilità che si posizioni per le parole con più traffico.

Quello che faccio io per salire su Google è quanto segue

  • Analizzo la concorrenza, cioè studio le pagine web che sono ai vertici delle parole chiavi richieste dal mio cliente. Identifico in esse un pattern comune, cioè uno o più motivi di fondo (cioè i fattori di posizionamento) per i quali queste pagine sono naturalmente in alto e occupano i primi posti di Google.
  • Pongo le premesse perché il sito del cliente non violi le linee guida di Google e abbia l’opportunità di sfruttare al meglio i fattori di posizionamento. Elimino gli errori che ostacolano la corretta indicizzazione.
  • Analizzo le query, cioè le ricerche informative che gli utenti formulano su Google. Le analizzo dal punto di vista semantico. Mi chiedo: cosa esattamente cerca un utente, quando effettua una ben definita richiesta, in sostanza quando digita una parola chiave su Google? Studio attentamente il comportamento degli utenti, mi chiedo cosa farei io, analizzo la portata della ricerca in siti tematici e cerco di corrispondere al bisogno di informazione dell’utente. Questa informazione può essere semplice (es.: hotel a Roma centro) o più dettagliata. Io faccio comunque in modo che il sito del cliente sia in linea con le aspettative dell’utente, fornendo ad esso la risposta più plausibile e concreta. In sostanza: creo uno o più contenuti di alta qualità che siano altamente informativi per l’utente (cd. web content marketing).
  • Faccio in modo che il contenuto creato sia altamente ottimizzato in ogni parte. Mi assicuro che il sito rispetti le linee guida, ma che possieda un profilo di ottimizzazione al 100%, nei limiti dell’appoggio dato dal cliente e dei mezzi messi a sua disposizione, della natura del sito. L’idea è quella di avere un sito talmente migliorato che in futuro possa andare avanti da solo, con la sola opera del cliente.
  • I contenuti creati od ottimizzati devono essere diffusi online: cerco di costruire un profilo di link building e link popularity di alta qualità, basato su pochi link tematici ma buoni, su contenuti che per la loro qualità ottengono condivisioni sociali, traffico e link in entrata.
aumentare la visibilità su Google

I risultati possono essere verificati su strumenti attendibili come Google Search Console.

Come verifico i tuoi risultati?

Una volta che mi è stato affidato l’incarico lo stato del posizionamento precedente alla consulenza viene registrato e certificato. I miglioramenti pertanto possono essere verificati direttamente, in quanto tangibili, anche dal cliente. Soprattutto però sono direttamente verificabili nei file di statistica dei contatori. Io utilizzo Google Analytics per tracciare il comportamento dei navigatori sui siti e il cliente vi avrà libero accesso, verificando di persona l’andamento del traffico sul proprio sito. Utilizzo in combinato Advanced Web Ranking, un software professionale che traccia le posizioni e i risultati sulle pagine di Google e Google Webmaster Tools ora diventato Google Search Console, per avere sott’occhio le impressions (numero di volte che il sito viene visualizzato su Google per una determinata keyword) e i click.

Fatti vedere in prima pagina di Google