Come acquisire link in entrata

I link in entrata sono diventati un fattore decisivo nella costruzione di un ottimo posizionamento. Senza link in entrata il vostro sito potrebbe essere il più interessante del mondo, ma risultare totalmente invisibile. Avete idea di quante pagine sono presenti nei datacenter dei motori di ricerca? Non ne avete idea. Una nuova pagina è soltanto un granello di sabbia nel deserto. Perché emerga servono delle operazioni di posizionamento, tra le quali, senza dubbio, quella del link building, ovvero dell’acquisizione di link in entrata, è tra le più importanti.

Un tempo era più semplice: nella Genesi del Web bastava scambiarsi link o spammeggiare a destra e a manca per ottenere un numero adeguato di collegamenti, col risultato che la pagina si faceva trovare dagli spider. Gli algoritmi di Google hanno sconvolto i piani di chi pensava di poter dominare le Serp con pagine prive di contenuti. E’ un passo avanti notevole, perché si rimane nel solco di quella che io chiamo la concezione accademica di Google, nella quale un link in entrata basato sulla bontà del contenuto equivale a una citazione accademica, a una fonte di sapere.

Oggi la via migliore per ottenere link in entrata (imbound links) è:

1) Generare buon contenuto, originale e unico. Il contenuto dev’essere scritto bene, deve risultare utile e realmente convincente. Questo discorso vale soprattutto per i blog, ma in realtà è la nuova regola universale. E’ possibile lavorare bene con il contenuto anche in siti commerciali, perchè la tendenza di Google è quella di premiare la ricchezza di informazioni. Se un utente troverà la vostra pagina importante, dal punto di vista delle informazioni, non esiterà a linkarla, perché un’altra regola che domina il web 2.0 è quella della condivisione. Di media e informazioni, ma anche di contenuti.

E se non riusciamo a ottenerli naturalmente è lecito chiederli?

2) Richiedere un link in entrata non è semplice. Ho ricevuto delle mail prive di oggetto, del tutto sgrammaticate e incomprensibili che mi richiedevano un link in entrata per qualche sito. Un’altra volta, gestendo un blog che aveva un buon successo, mi capitò di cancellare alcuni link in entrata che avevo messo, e di ricevere velate minacce di veder cancellato il mio link, da altri blogger, che non avevano capito lo spirito della condivisione.

2.1) Come richiedere un link dunque?

– Se avete un vostro dominio utilizzate la mail del dominio o quella del vostro nome, apparirà più seria, professionale e quasi sicuramente non verrà destinata alla casella di spam. Scrivete in modo corretto e personale.

– Se state mandando più mail per sondare il terreno, non utilizzate lo stampino. Differenziate l’approccio, altrimenti potreste incorrere nel malaugurato errore di confondere i destinatari.

– Fornite tutte le indicazioni necessarie, in modo naturale, parlando del vostro sito e usando una formula pacata: “Stavo pensando che potrebbe inserire…” “parla di seo e posizionamento” / in questo modo avrete dato uno spunto non solo sull’argomento, ma anche su quale anchor text utilizzare.

– Se avete più link considerate l’idea di proporre uno scambio incrociato, ma che appaia naturale, che privilegi magari le pagine interne, ricche di contenuto.

2 Comments

  1. Vincenzo

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi